foto 12.jpg (66279 byte)


Foto 12: Borovoje (Kazakhstan) – Una Penna Nera (Ferdinando Sovran), e sullo sfondo i campanili a forma di “cipolla”.

 

foto 13.jpg (74906 byte)
Foto 13: Borovoje(Kazakhstan) – Castore e Polluce, Alpi ni pellegrini in Asia Centrale. Ferdinando Sovran (a destra), con le bandiere kazaka e italiana. Sullo sfondo due Okzhectpes , alture di formazione lavica, tipiche della zona. Gian Paolo (con la casacca blu a sinistra), che immeritevole porta il Cappello Alpino con la nappina  rossa e le insegne del Pieve di Teco, il valoroso Battaglione al quale apparteneva lo Zio Bruno Podetti, prega tutti gli Alpini di perdonargli quello che si direbbe un atto di presunzione (egli non ha infatti prestato servizio militare negli Alpini). Memore del monito che un giorno gli pervenne dalla persona pił cara e amata che egli ebbe al mondo, la Sua Adorata Mamma, Anna Podetti, egli  reca impresso nella mente e nel cuore quanto Essa gli disse: “Il Cappello Alpino non si compera! Si conquista!
Egli si accosta dunque, rispettoso, al cospetto del grande carattere dell’Alpino, di cui ammira la forza, il coraggio, la pazienza. E prega infine di scusare quella che a prima vista sembrerebbe una vanitą, ma in cuor suo rappresenta il simbolo di un’opera che considera fra le pił belle che nella sua vita egli abbia cercato di compiere.

 foto 14.jpg (89424 byte)

Foto 14 : Schucinsk (Kazakhstan), 13 ottobre 2006 – L’usanza russa di portare cibo e bevande sui luoghi sepolcrali, nella convinzione che i defunti possano berne e saziarsi a loro modo, č diffusa anche qui. E’ un atto di devozione e di rispetto per i Nostri Soldati da parte dei nostri amici kazaki.

 foto 15.jpg (143364 byte)


Foto 15: Radony Gaj (Kazakhstan) 20 ottobre 2006 –Un kolchoz a una cinquantina di chilometri. da Astaną. La schiera di parrocchiani, in gran parte bambini, posa durante una pausa di un’improvvisata partita di pallone sulla prima neve. Padre Piotr, sacerdote cattolico responsabile della parrocchia, celebrerą tra poco la Santa Messa in una piccola Cappella, allestita all’interno di un’isba. Alla sua sinistra Gian Paolo Pucciarelli con il Cappello Alpino.

 foto 16.jpg (69513 byte)
Foto 16: Astaną (Kazakhstan) ; 14 ottobre 2006 – Ospiti a  casa di Don Edoardo Canetta (a sinistra), sacerdote milanese da quindici anni in Kazahstan, svolge  la sua opera nella Curia Cattolica locale. Sulla sinistra Ferdinando Sovran, e sulla destra una giovane studentessa kazaka.

 
vai alla immagine successiva 4