foto 1 b  bruno e giambattista.jpg (51133 byte)

Foto 1 b – (a sinistra) Bruno Podetti, Caporal Maggiore del Battaglione Pieve di Teco, 1° Reggimento Alpini, Compagnia Comando, Divisione Cuneense , e Giambattista Orlando, Sotto-Tenente del Battaglione Ceva, Compagnia Armi d’Accompagnamento, Plotone Mortai 81, 1° Reggimento Alpini, Divisione Cuneense. Solidarietà, amicizia, reciproco sostegno. Virtù e forza del Carattere Alpino che si esalta nel sacrific io, nel dono dell’aiuto al compagno in difficoltà. Il Sottotenente Orlando, uno dei pochi Alpini che fecero ritorno in Patria, rese testimonianza delle inaudite sofferenze che furono inflitte ai prigionieri italiani e descrisse come luminoso esempio di fratellanza la straordinaria amicizia stretta con  Bruno Podetti, suo compagno di prigionia nei lager sovietici.

 

foto 2 b    sette del pieve.jpg (94212 byte)
Foto 2b – I Sette del Pieve - Br uno Podetti è il primo da sinistra (accovacciato). Gli Alpini ritratti nella foto, probabilmente tutti liguri, facevano parte di uno dei Capisaldi costituiti a difesa della linea del Don. Questi Capisaldi venivano “battezzati” secondo l’uso frequente del toponimo che assegnava loro gli stessi nomi delle città ; di provenienza dei Soldati, nella convinzione che una certa familiarità dell’ambiente e aria di casa ne alzassero il morale.  Il Pieve di Teco, che tra la fine di ottobre e i primi di novembre del 1942, era dislocato tra Dolshnik  e Duchowoje, lungo il tratto di fronte affidato alla Cuneense, vantava diversi Capisaldi che recavano i nomi di città della Liguria, come Rapallo, Chiavari, Cavi, Lavagna etc.

 

foto 3 b bruno.jpg (417775 byte)
Foto 3b – L’immagine, ormai nota, di Bruno Podetti, fotografato probabilmente a Uspenskaja, nell’agosto del 1942.

foto 4 b.jpg (450457 byte)    foto 5b.jpg (442647 byte)

Foto 4 b e 5 b Elenco dei nostri Soldati dell'ARMIR sepolti a Schucinsk (fonte U.N.I.R.R.)

foto 6ba.jpg (16567 byte)

Foto 6b Rapallo, 16 ottobre 2005;In occasione delle Celebrazioni per il Cinquantenario del Gruppo Alpini di Rapallo, il Presidente della Sezione ANA di Genova riceve al Chiosco della Musica Anna e Yvonne Podetti sorelle di Bruno, Alpino dell ARMIR caduto in Kazakistan

foto 7 b.jpg (759118 byte)


Foto 7 b – Una rara fotografia dei primi anni “Cinquanta” (che ritrae Gian Paolo all’età di 5 anni).  Una Rapallo d’altri tempi, in parte simile a quella in cui visse la Sua breve vita Bruno Podetti, Alpino del Don.  Nell’estate del 1942, Anna volle accompagnare il Fratello Bruno, in partenza per la Russia, fino alla vicina stazione di S. Margherita, dove Egli sarebbe salito sul treno degli Alpini Liguri, diretto al centro di adunata di Mondovì, per unirsi al Suo Reggimento e intraprendere poi il lungo viaggio fino alle rive del Don.

L’ultimo abbraccio al Fratello. Negli occhi e nel cuore il Suo luminoso sorriso, le raccomandazioni di essere sempre vicina alla Mamma. Sulla via del ritorno a casa, Anna pianse. Fu il pianto più lungo e doloroso della sua vita. Perché quel giorno Anna ebbe un triste presentimento… Non avrebbe più rivisto il Caro Fratello


torna alla pagina principale